Chiesetta dedicata a Sant’Antonio da Padova
Peseggia di Scorzè -- Venezia
Luigi Candiani - Architetto (1888-1993).
Luigi Candiani nasce a Mareno di Piave (TV) il 25 maggio 1888, primo di otto fratelli. Poco dopo la famiglia si trasferisce a Vazzola, sempre in provincia di Treviso. I suoi studi si svolgono tra Oderzo, il Collegio Brandolini-Rota, e Treviso, l’Istituto Ricatti di Treviso, dove si diploma geometra nel 1909. All’indomani della fine della Grande Guerra, nel 1919, si laurea in architettura presso l’Accademia delle Belle Arti di Bologna. Il dopoguerra lo vede impegnato nel restauro e ricostruzione delle chiese che sorgevano lungo il Piave distrutte o danneggiate dagli eventi bellici. leggi di più  
Ferruccio Facciolli nasce a Venezia  il 20 novembre 1912, da Fernando, avvocato, e da Antonietta Franco, contessa veneziana. Dopo aver vissuto gli anni della Grande Guerra a Genova, al sicuro dai bombardamenti austriaci su Venezia, il giovane Ferruccio frequenta il Ginnasio nella sua città natale, iniziando anche lo studio della pittura e del disegno in una scuola privata. A 16 anni si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Venezia e durante le vacanze estive ama visitare le principali città d’arte con i loro tesori di pittura e scultura. Dopo il diploma conseguito all’Accademia, frequenta i corsi dell’ultimo anno di pittura a tempera, affresco e litografia all’Accademia delle Belle Arti di Monaco. Inizia una vivace e feconda attività artistica con la realizzazione e la partecipazione a numerose ed importanti mostre personali e collettive.
Ferruccio Facciolli - Pittore (1912-1958).
Gent. amica/amico,   sono don Lino Bertollo, Parroco di Peseggia e Gardigiano, e Le scrivo per informarla che la Chiesetta/ Oratorio   dedicata  a Sant'Antonio da Padova, sita    in  Via Verdi, n. 42 in Peseggia, di proprietà dei Sigg. Marino e Giovanna Tegon, necessita di un urgente intervento di restauro.  La Chiesetta/Oratorio, che ha ottantasei anni, ha un grande valore affettivo non solo per gli attuali proprietari che in accordo con i loro cugini si sono assunti l’impegno e la responsabilità del restauro,  ma anche per tutta la popolazione di Peseggia che si ritrova annualmente per festeggiare e celebrare Sant'Antonio e per recitare il S. Rosario nel mese di maggio. Al momento è chiusa in quanto si stanno eseguendo i primi urgenti lavori di restauro. Una volta completamente restaurata, sarà a disposizione della Comunità parrocchiale e rimarrà aperta per una visita e soprattutto per fare qualche preghiera al Santo dei miracoli impossibili.  L’impegno economico è importante. A questo proposito, mi permetto di chiederle, compatibilmente con i suoi   impegni e le sue possibilità, un libero contributo per affrontare la spesa della ristrutturazione.   Ringraziando per la Sua attenzione, cordialmente La saluto e le auguro ogni bene.